Come irrigare al meglio il mais
Marco Panizza
il 15 gennaio, 2019

Tipo

Tutti gli articoli

Come irrigare al meglio il mais

L’irrigazione a goccia è nota per essere in grado di restituire acqua in modo preciso e in base al reale bisogno della coltura. In una normale stagione il mais consuma circa 700 mm/anno, e la sola irrigazione, a seconda del livello di siccità ne restituisce da 250 a 400 mm/anno*

Le informazioni da conoscere per irrigare al meglio il mais 

#1 - il fabbisogno della coltura 

La quantità di acqua di cui necessita il mais viene calcolata con la cosiddetta evapotraspirazionetale valore cambia in funzione sia di parametri climatici sia di variabili legate alla coltura.  

Netafim consiglia l’installazione di sistemi di rilevamento climatico come le centraline meteo Umanage™, per ottenere e in automatico e in continuo il valore dellevapotraspirazione.  

Qualora non si disponga di simili strumentifortunatamente, il web mette a disposizione alcuni database per il recupero di queste informazioni, purtroppo non in tempo reale e non con la stessa precisione. 

 # 2 - La capacità dell’impianto 

Netafim dimensiona i propri impianti in base al fabbisogno stimato della coltura in modo tale che il sistema sia in grado di restituire giornalmente tutta l’acqua necessaria. È noto come un impianto a goccia su mais con ali in superficie distanti tra loro 1.50 m, 0.5 m di spaziatura tra i gocciolatori e 1.0 l/h di portata è capace di restituire 1.2 -1.3 mm/ora*. 

# 3 - Il calcolo delle ore di irrigazione 

Ottenute queste informazioni è sufficiente dividere il valore di Evapotraspirato giornaliero per la capacità dell’impiantoper ottenere le ore di irrigazione. A titolo di esempio: se il mais nel picco di stagione consuma 7 mm/giorno e l’impianto restituisce 1.3 mm/ora significa che bisogna irrigare per circa 5.5 ore per ogni settore installato. 

Netmaize do it better, l’app che ti dice come irrigare 

Lapp NetMaize by Netafim fa tutto questo per te: combina informazioni dal campo come lo stato della coltura, la fase fenologica, la tipologia di suolo, con dati climatici e meteorologici locali sviluppa un programma di irrigazione personalizzato. I maiscoltori sono così in grado di prevedere meglio le esigenze di irrigazione e di mantenere con precisione il controllo della zona radicale durante le fasi critiche di crescita della pianta. Inoltre NetMaize grazie alla sua funzione di condivisione consente agli utenti di inviare istantaneamente i dati e le informazioni del campo ad un consulente specializzato o ad agronomo Netafim per la revisione o ricevere indicazioni per un piano agronomico più completo. 

 

 

mm = 10m3/ha

Commenti

Apprezziamo molto la tua opinione!