Cristina Re, Supply Chain Manager di Netafim Italia, racconta il progetto Ali Verdi

maggio 26, 2014

Cristina Re, Supply Chain Manager di Netafim Italia e capo progetto dell’iniziativa Ali Verdi, racconta come sia nata la collaborazione tra Netafim, leader mondiale per l’irrigazione a goccia e la micro-irrigazione, e Cascina Pulita, leader nella gestione dei rifiuti agricoli.
 

Come nasce questa iniziativa?

Come tutte le buone idee, dalla necessità di risolvere un’esigenza reale, in questo caso quella di semplificare la gestione delle ali gocciolanti a tutti gli Agricoltori che ne fanno uso.

Quali sono, concretamente, i vantaggi per l’agricoltore?

Gli agricoltori che aderiranno ad Ali Verdi potranno contare innanzitutto sul servizio di raccolta e smaltimento gratuito delle ali gocciolanti Netafim, curato in situ da Cascina Pulita. In più, verrà affrancato da tutte le incombenze legate allo smaltimento a norma: dal deposito temporaneo all’espletamento delle pratiche amministrative, fino al rispetto dei tempi massimi di stoccaggio dei rifiuti.

Sono previsti anche contributi economici?

Sì, ma solo nell’ottica di premiare l’atteggiamento virtuoso in termini di sostenibilità. Al momento della raccolta, infatti, l’agricoltore si vedrà erogato un premio pari a 15 Euro per tonnellata di peso raccolto per le ali gocciolanti Netafim che rispondano alle condizioni di corretto recupero del rifiuto. Abbiamo poi deciso di premiare i nostri clienti, riconoscendo loro un buono spesa valido per l’acquisto di ala gocciolante destinata alla stagione 2015, il cui importo sarà equivalente al contributo effettivamente erogato alla raccolta.

Ciò vuol dire che l’iniziativa è rivolta soltanto ai clienti Netafim?
Non esattamente. Anche le aziende agricole del Nord e del Centro Italia che non sono clienti Netafim potranno accedere all’iniziativa, a condizioni diverse, ma comunque vantaggiose rispetto alle tariffe per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti agricoli praticate sul mercato.

Qual è il ruolo di Cascina Pulita?
L’Azienda di Borgaro Torinese è leader in Italia nella gestione dei rifiuti agricoli e, pertanto, dispone di flotte mezzi dimensionate per operare in qualsiasi contesto, dalle piccole aziende agricole a quelle di grandi dimensioni, nonché di mezzi “multi raccolta” costruiti, omologati e brevettati dall’Azienda stessa per raccogliere contemporaneamente tutti i rifiuti agricoli in un unico viaggio.

Cosa deve fare l’agricoltore per aderire ad Ali Verdi?
Semplice: acquistare l’Ala gocciolante; compilare un buono e invialo via fax al n° 011 2246226 oppure on-line sul sito www.aliverdi.net entro il 31/07/2014. Una volta registrato, sarà contattato dal Servizio Cortesia di Cascina Pulita per organizzare il ritiro nel periodo gradito. Netafim, dal canto suo, invierà conferma di avvenuta registrazione all’iniziativa e rilascerà il coupon per la raccolta, evidenziando il contributo calcolato sul peso teorico dei prodotti acquistati.

In ogni caso, tutte le condizioni e il regolamento dell’iniziativa Ali Verdi sono disponibili online sul sito www.aliverdi.net. Inoltre, abbiamo messo a disposizione il numero verde 800910394.
 

Site by NGSoft.
Remember my preferences